Blog

Gemini AI sostituisce Google Bard: Novità e Prospettive in ambito AI per Google

New Gemini AI , Bye bye Bard

 

Google ha recentemente annunciato il rilascio progressivo nell’immediato futuro della nuova Intelligenza Artificiale generativa, Gemini AI: progettata per mettere a disposizione degli utenti un nuovo e potente sistema senziente, avanzato e polifunzionale, è definita da molti una proposta innovativa di grande prospettiva e interesse.

La tecnologia sfrutta modelli neurali avanzati uniti all’apprendimento automatico per fornire soluzioni e risposte versatili capaci di adattarsi dinamicamente a esigenze complesse di diverso tipo.   (Ne abbiamo parlato nel nostro Blog dedicato, lo trovi qui)

Al momento le informazioni disponibili riguardo la nuova AI di Google sono molto limitate, al contrario, vi sono invece grandi aspettative e interrogativi:                  

È davvero una soluzione così rivoluzionaria come ci si aspetta?

Novità e Prospettive in ambito AI di Google

Fino a qualche giorno fa, per gli utenti, era disponibile Bard AI, una soluzione chatbot basata su intelligenza artificiale generativa e che, sempre mediante apprendimento automatico, genera risposte testuali complesse, adottando un modello noto, simile a Chat GPT. 

Va precisato comunque che, diversamente da questa, Bard poteva fare affidamento su un database più ampio e aggiornato, basato sul browser di Google.

Recentemente oggetto di un progetto di sviluppo articolato assieme a Gemini, mirato ad unire elementi di entrambe le tecnologie per potenziare la prima attraverso una struttura e delle nuove risorse disponibili grazie alla seconda; Bard è stata infatti completamente rivista e rivoluzionata, assumendo una nuova denominazione e ottenendo nuove capacità procedurali di un livello superiore.

Tale progetto di Google contempla la visione futura di un nuovo ecosistema cardine incentrato sull’Intelligenza Artificiale:

 Al centro di questo piano, ovviamente, vi sarà Gemini, capace, con le proprie peculiarità e possibilità infinite, di offrire concrete opportunità di sviluppo e prospettive di business dagli ampi margini di crescita all’azienda.  

Dunque, con la nascente prospettiva di un nuovo e superiore livello di risultati, dovuti a queste implementazioni, gli utenti potranno sfruttare prossimamente in modo completo le potenzialità dell’AI Google, beneficiando in futuro anche di una versione mobile installabile su Smartphone Android.

Il futuro di Google Bard/Gemini e dell’AI in generale, a fronte di queste considerazioni si prospetta, così,  luminoso e ricco di opportunità

Grazie all’introduzione di nuove funzionalità come queste potremo contare su una promessa d’impegno costante e concreta da parte di Google nel fornire esperienze sempre più avanzate e coinvolgenti ai propri utenti in ambito tecnologico e sperimentale: ora resta solo da attendere per vedere concretizzarsi queste novità promettenti e di tutto interesse.