Blog

Update Google Drive: scansione documenti e feed riorganizzato nell’app Android

Google Drive è il servizio di cloud storage offerto da Google che, da alcuni anni a questa parte, consente agli utenti di archiviare e condividere i propri file online tramite qualsiasi dispositivo connesso (mobile e desktop) e usufruire di due tra le caratteristiche più apprezzate:

  • la modalità di condivisione e gestione dei permessi di accesso e modifica
  • la possibilità di collaborazione in tempo reale tra due o più utenti

Sulla piattaforma le persone possono caricare, scaricare e condividere il proprio lavoro  utilizzando le applicazioni dedicate all’editing e modifica dei contenuti come GDocs, GSheets e Slides; queste componenti sono inoltre progettate per integrarsi con altri servizi Google, come Gmail e Calendar, semplificando la gestione e condivisione universale all’interno dello stesso ecosistema.

Recentemente Google ha deciso di aggiungere all’interno di Drive una nuova estensione che ne segna il processo evolutivo: lo Scanner Digitale integrato. Con l’introduzione della capacità di scansionare documenti, ora la digitalizzazione è unita all’archiviazione, fornendo un’unica soluzione per un processo completo.

Questa novità, riservata agli smartphone, riguarda ovviamente l’App Android di Google Drive, dove c’è inoltre ad attendere gli utenti un restyling dell’interfaccia completamente rinnovata per la funzione di scansione documenti.

Innanzitutto, è il pulsante nella barra inferiore ad attirare l’attenzione: programmato per avviare la scansione, tramite un toggle, offre la possibilità di scegliere tra modalità di scansione automatica e manuale. A supporto di scarse condizioni di luce si può anche utilizzare il flash della torcia del telefono come ausilio.

Una volta acquisita l’immagine del documento scansionato, si potrà ruotare, ritagliare o applicare filtri a piacere per ottenere il risultato desiderato.

L’aggiornamento include anche una revisione del feed, organizzato in schede di classificazione e preferiti.

Come sempre, si tratta di nuove introduzioni, che quindi richiedono il download della patch dedicata dalla sezione “Aggiornamenti” dell’App Store (2.23.457.1).

Non perdete l’occasione di aggiungere al vostro smartphone una nuova interessante funzione, portando sempre con voi una copia dei vostri documenti di interesse e la possibilità di acquisirne di nuovi, anche in mobilità.