Blog

ChatGPT vs Gemini AI: Confronto tra Intelligenze Artificiali Generative Conversazionali

Presentato ormai nel lontano novembre 2022, Chat GPT, sviluppato da OpenAI, è un chatbot generativo che si è distinto fin da subito per le sue capacità avanzate e per la sua interfaccia intuitiva. 

Questo ha chiaramente rappresentato per il panorama tecnologico e informatico dell’epoca un passo avanti significativo e rivoluzionario nel campo dell’intelligenza artificiale conversazionale. 

Aprendo a tutti gli effetti in modo democratico le porte di questa tecnologia alle platee di utenti di tutto il mondo, l’approccio adottato dall’Azienda produttrice lo ha così reso uno strumento prezioso ed un fenomeno sociale ampiamente diffuso, che prosegue sino ad oggi.

Gemini AI, la contro-proposta di Google introdotta l’8 febbraio 2024, rappresenta invece un nuovo salto verso il futuro per il panorama dell’intelligenza artificiale e per le aziende, declinando tutta una serie di funzionalità note, insieme con altre novità, al servizio della produttività, come nel caso dell’integrazione in Google Workspace, per supportare i team di lavoro nel corso di svariate attività di diverso genere.

Vediamo le principali caratteristiche di entrambe le AI e mettiamole a confronto:

Generazione di Testo, Dialoghi, Traduzioni e Recupero Informazioni: 

  • Chat GPT è di base un chatbot in grado di generare testi di alta qualità, simili a quelli scritti da un essere umano. Questo permette di creare contenuti originali e accattivanti per diverse esigenze, come articoli, post sui social media, script, e persino poesie

E’ in grado, inoltre di sostenere conversazioni fluide e naturali, rispondendo alle domande in modo completo e informativo, rendendosi un interlocutore ideale per chi cerca informazioni o desidera semplicemente conversare con un’intelligenza artificiale.

  • Gemini, a sua volta, è un’intelligenza artificiale generativa che si basa invece su un’architettura multimodale, in grado di elaborare e analizzare testi, immagini, suoni, video e traduzioni linguistiche sulla base di Modelli Avanzati di strutture e apprendimento costanti (anche grazie all’ampio database Google di cui usufruisce), permettendo una comprensione più profonda e sfumata delle informazioni e aprendo dunque sempre nuove vie e possibilità di utilizzo. 

L’AI di Google poi, è progettata per integrarsi direttamente con le app di Google Workspace principali, in quanto nasce come strumento ad hoc per ottimizzare la produttività in Gmail, Documenti, Fogli, Presentazioni ed anche Meet, accedendo attraverso il pannello delle funzioni dedicato direttamente in-app, senza dover interrompere il proprio flusso di lavoro.

Generazione di Contenuti Creativi, Elaborati o Originali: 

  • Chat GPT varia le proprie possibilità attraverso una serie di diversi ambiti, tra cui spesso la funzione di servizio clienti automatizzato, che svolge in modo personalizzato e programmato per rispondere alle domande, risolvendo se possibile, i problemi riscontrati.

Può anche venir utilizzato per creare eventuali contenuti di marketing accattivanti e personalizzati, come post sui social media, email e landing page, abbinabili alla funzione generativa di testo o in alternativa, in fase di scrittura di codice informatico in ambito di sviluppo e/o ricerca di nuovi software.

Offre infine, un’interfaccia user-friendly e intuitiva, che permette anche agli utenti meno esperti di sfruttare appieno le sue potenzialità, sottolineandone di nuovo la sua portata sociale, conseguente al fatto di essere stato il primo modello di AI di massa e facilmente accessibile, suscitando per questo l’interesse di Microsoft, divenuto il principale azionista di minoranza di OpenAI.

  • Gemini, così come per ciascuna soluzione prodotta da Google, mette alla base dell’utilizzo ed al centro delle priorità la garanzia di massima sicurezza e protezione dei dati aziendali e di tutela degli utenti

L’elaborazione avviene infatti all’interno dell’infrastruttura di Google Cloud, con rigorosi protocolli di sicurezza e conformità.

Come per Chat GPT, anch’esso presenta un’ampia versatilità di utilizzo per finalità creative e professionali, concentrando la propria offerta in più contenitori, con diverse finalità, dallo strumento di lavoro dedicato come può essere per la Suite Google Workspace e le sue diverse integrazioni, all’utilizzo casuale dato dalla versione web, aperta e senza vincoli di sorta.

Potendo contare ovviamente sull’ampia portata di mezzi, risorse e interconnessioni messe a disposizione da Google, concentrata a farne il proprio prodotto di punta, Gemini è già disponibile in 40 lingue e progressivamente si espanderà sempre più, diventando fruibile tramite un’app dedicata per Android e iOS e ampliando di conseguenza anche le proprie possibilità e opportunità disponibili per gli utenti,

In generale, quindi, se Chat GPT ha rappresentato in epoca Covid-19 la rivoluzione sociale riguardo il tema dell’intelligenza artificiale, Gemini AI promette ora di alzare ulteriormente l’asticella e di approfondire le potenzialità disponibili per aziende e professionisti, migliorando in modo mirato e definitivo la produttività, svincolando l’AI dal concetto di tecnologia tanto affascinante quanto limitata all’interfaccia generativa e astratta nei propri scopi, o comunque organizzati in modo non omogeneo.

Per effettuare comunque un confronto personale e oggettivo riepiloghiamo qui di seguito in questa tabella le principali caratteristiche di entrambe, Gemini e Chat Gpt, invitandovi a contattarci senza impegno per qualsiasi informazione e curiosità in merito alle possibilità professionali che Google Workspace e Gemini AI possono offrire insieme alla tua Azienda.