Blog

La Rivoluzione della Sicurezza nel mondo Google Workspace: Il Nuovo Add-On AI Security

Nell’era dell’intelligenza artificiale generativa in cui siamo entrati recentemente nel vivo, la privacy e la sicurezza dei nostri dati sono diventate questioni di primaria importanza, fondamentali per la nostra tutela.

Negli ultimi anni, infatti, le violazioni ai danni degli utenti di tutto il mondo sono aumentate esponenzialmente, con un incremento del 20% solamente nell’ultimo anno, sottolineando, una volta ancora, la centralità della questione. 

In risposta a questa crescente minaccia, Google ha pertanto scelto di fare un passo avanti significativo introducendo un nuovo componente aggiuntivo dedicato, AI Security per Gmail e Workspace.

Una Solida Architettura Cloud-Native “chiusa” come punto di partenza

A differenza delle tradizionali soluzioni di posta elettronica e produttività proposte dai naturali competitor, Gmail e Workspace sono stati progettati diversamente su un’architettura cloud-native fin dall’inizio. 

Questa struttura ovviamente si basa su principi di zero-trust e difese potenziate dall’intelligenza artificiale (IA), che, grazie a questa avanzata architettura, consentono di bloccare ad esempio oltre il 99,9% dello spam, dei tentativi di phishing e delle minacce informatiche, garantendo una protezione senza pari per le caselle di posta degli utenti.

Soluzioni che quindi non annullano completamente il problema, ma sicuramente contribuiscono nel contenerlo.

L’integrazione progressiva nel tempo di modelli linguistici di grandi dimensioni ha poi ulteriormente rafforzato queste difese, permettendo di bloccare un ulteriore 20% di spam, evolutosi naturalmente anch’esso con le tecnologie a disposizione.

Il Nuovo Componente Aggiuntivo AI Security: una nuova forma di supporto

Per rispondere alle esigenze in aumento delle Aziende che guardano sempre più con vivo interesse al panorama della Cybersecurity, Google ha quindi progettato appositamente il lancio del nuovo componente aggiuntivo AI Security. 

Un Add-on questo, disponibile al costo di 10 dollari aggiunti al mese per utente, pari a circa 9 Euro, strutturato per consentire ai team IT di classificare e proteggere automaticamente i file sensibili su Google Drive, preservandoli in questo modo. 

Utilizzando modelli IA specificamente addestrati con i dati dell’organizzazione, il componente aggiuntivo garantisce inoltre, una protezione costante e automatica di tutti i file, nuovi ed esistenti, per tutti i dipendenti, inclusi quelli in prima linea.

Innovazione Continua per la Sicurezza dei Dati

L’impegno di Google nella protezione dei dati non si ferma comunque qui: la sicurezza è una nuova priorità massima ed una missione continua, per questo l’azienda continua a innovare. 

Tra le nuove funzionalità in arrivo prossimamente, l’Azienda ha comunicato che i controlli DLP (Data Loss Prevention) e le etichette di classificazione saranno estesi anche a Gmail, inizialmente in versione beta, e offriranno una protezione avanzata dei dati, aiutando le corporate a prevenire la perdita di informazioni sensibili.

Con una combinazione di architettura cloud-native, modelli IA avanzati e innovazioni continue, Google dimostra quindi il suo impegno a rendere Workspace e l’intero ecosistema al suo interno più sicuro e attento alle vere esigenze del proprio pubblico, specie in un mondo dove le minacce alla sicurezza sono in costante evoluzione e le aziende hanno sempre più bisogno degli strumenti necessari per proteggere efficacemente i loro dati e mantenere la tranquillità.